Sicuramente la ceretta costituisce una delle modalità di epilazione più diffuse e apprezzate da moltissime persone, non solo dalle donne! Questo perché permette di ottenere dei risultati duraturi, e spesso non infiamma la pelle quanto potrebbero fare altri metodi di epilazione più aggressivi. Una buona parte di persone sicuramente si reca ancora dall’estetista per avere una ceretta perfetta, ciò non significa però che tutti vadano dal loro estetista. Infatti negli ultimi anni si sono sviluppati tantissimo i dispositivi che ci consentono di fare una ceretta anche in casa, fra questi troviamo di sicuro lo scaldacera, che è la cosa più importante da avere se vogliamo fare un lavoro a puntino.

Con l’ausilio di uno scaldacera per cerette che si può tranquillamente utilizzare a casa propria nei ritagli di tempo che abbiamo, con pochi e semplici passaggi riusciamo ad avere la pelle perfettamente liscia a lungo. Come dice il nome è un dispositivo che ci serve per poter riscaldare la cera epilatoria e mantenerla al tempo stesso alla giusta temperatura per tutto il tempo dell’epilazione, quindi non troppo calda e nemmeno troppo fredda e dura.

A differenza di quello che succede utilizzando un rasoio, che devono essere usati con maggiore frequenza ricordiamo, la ceretta solitamente dovremmo ripeterla ogni tre/quattro settimane.

La maggior parte di scaldacera che si trovano in commercio funzionano egregiamente con la corrente elettrica. Quindi al passaggio di elettricità si surriscaldano delle specifiche resistenze le quali vanno a trasferire tutto il loro calore alle parti circostanti e in ultimo quindi anche alla cera. Questi dispositivi sono sostanzialmente indispensabili, perché ci consentono di ottimizzare di sicuro i tempi, ma possono anche farci evitare le interruzioni mentre ci facciamo la ceretta. Inoltre sciogliendo la cera alla giusta temperatura e mantenendola della giusta vischiosità, noi abbiamo la sicurezza che faccia presa sul pelo superfluo e che possa permetterci l’ottimale epilazione. Inoltre bisogna dire che alcune cere professionali spesso possono essere utilizzate solo ed esclusivamente con lo scaldacera, per non farle rovinare e soprattutto per ridurre al massimo gli sprechi.

In commercio al momento possiamo trovare due tipologie di scaldacera, ossia i modelli a rullo e i modelli a barattolo. Se volete scoprire quale scegliere fra i due, e quale fa al caso vostro, vi consiglio di consultare il sito www.scaldaceramigliore.it