I migliori cardiofrequenzimetri in commercio abbinano alla funzione di rilevatore di frequenza cardiaca anche altre opzioni, fra cui una delle più ricercate è il calcolo delle calorie bruciate in allenamento. Chi è a digiuno della materia necessita di informazioni attendibili che può trovare nel portale web di settore www.sceltacardiofrequenzimetro.it, un contenitore guida di notizie e proposte fra le più interessanti e appetibili sul mercato. È, infatti, importante e consigliabile prima di procedere all’acquisto di un cardiofrequenzimetro raccogliere più informazioni possibili per conoscere meglio il dispositivo e poterlo usare al meglio.

Il cardiofrequenzimetro si rivela particolarmente utile per gli sportivi nel raggiungimento dei loro obiettivi, ma ormai il suo uso è largamente diffuso fra molti altri utenti che praticano attività sportiva a livello amatoriale. L’utilizzo del cardiofrequenzimetro non ha particolari controindicazioni, ma se si è reduci da un periodo di inattività o se si soffre di cuore si consiglia di consultare un medico per essere sicuri di non andare incontro a rischi per la propria salute. Ma entriamo più nel merito di questo moderno dispositivo per vedere come funziona e dove va indossato. A differenza dell’activity tracker che si indossa esclusivamente al polso e ha la forma di un bracciale orologio, il cardiofrequenzimetro oltre al braccio e al polso è disponibile anche nella variante della fascia toracica. Una volta indossata la fascia, va posizionato su di essa il sensore, provvedendo a regolare la lunghezza della cinghia per poi bloccarla attraverso uno specifico meccanismo.

C’è differenza nel posizionare il cardiofrequenzimetro pettorale fra uomini e donne. Gli uomini devono collocare la fascia nella parte inferiore del muscolo pettorale, mentre le donne dovranno sistemarlo nel punto che coincide con l’attacco del seno. Dal pulsante ‘start’ si può azionare il dispositivo. A questo punto si deve procedere all’impostazione dello strumento inserendo i propri dati anagrafici, ponderali e valori corporei, in particolare viene richiesto il genere, l’età, il peso e il battito cardiaco alla massima potenza per ciascun utente, dopodiché sarà possibile impostare la propria ‘target zone’, una sorta di quadro statistico personalizzato di cui lo strumento tiene conto per la rivelazione dei dati anche in automatico.